C’era una volta a Nottingham ….

Gli evasori sono delinquenti, criminali che, mentre impediscono ai politici di appropriarsi del 100 per cento del Pil, sono costretti a sentir ripetere, a reti unificate, la frottola che se tutti pagassero le tasse si abbasserebbe la pressione fiscale. Se a Nottingham le tasse non diminuivano mai nonostante tutti le pagassero,

Continua a leggere

Pubblicato in IlCappio | Commenti disabilitati

Ma gli eletti del Movimento sono imbecilli o credono che ad esserlo siano gli elettori?

I 5Stelle hanno ottenuto un forte consenso elettorale perché portatori di una proposta nuova: la democrazia diretta. Un sistema difficilmente applicabile ma che lascia intravedere un forte ridimensionamento delle corporazioni e delle categorie che si dislocano tra lo Stato ed il cittadino. I nuovi arrivati, invece di liberare il singolo dalle categorie stanno aiutando queste ultime a sopraffarlo. Il cittadino, quindi, vale solo in quanto affiliato ed in proporzione al peso che la corporazione di cui è costretto a far parte è in grado di esercitare.

Continua a leggere

Pubblicato in IlCappio | Commenti disabilitati

L’Utile idiota

Teoricamente l’individuo è un elemento essenziale della società ma, in pratica, per sopravvivere, deve adeguarsi e non può manifestare opinioni diverse dal referente per cui è solo un pretesto usato da chi è insediato al vertice per dilapidare, in suo nome e nel suo presunto interesse, le risorse estorte ai cittadini con la tassazione. Se l’Italia è il Paese in cui l’evasione fiscale è maggiore e più elevate sono le donazioni spontanee alla ricerca ed alle organizzazioni benefiche è evidente

 

Continua a leggere

Pubblicato in IlCappio | Commenti disabilitati

Il ceto medio e la democrazia diretta

Lo Stato, o meglio chi di volta in volta dovrebbe rappresentarne gli interessi, compra la lealtà dei corpi intermedi, costringendo cittadini e imprese a servirsi di un iscritto all’albo per attività, spesso inutili, imposte per legge al solo fine di distribuire soldi ad una categoria sottraendoli alla collettività. Attraverso lo strumento legislativo si creano complicazioni utili solo a consentire all’iscritto ad un albo di emettere una parcella per attività che potrebbero essere svolte dallo stesso interessato o da soggetti non in possesso di specifiche professionalità.

Continua a leggere

Pubblicato in IlCappio | Commenti disabilitati

Un Paese bloccato

Il tanto sbandierato cambiamento si sta riducendo ad una turnazione nel beneficiare degli stessi privilegi. Le corporazioni (ordini, sindacati…), mediando il rapporto tra Stato e cittadini, esercitano un ricatto elettorale sulla politica che, impone per legge adempimenti utili solo a giustificare una parcella mentre mancano amministratori efficienti ed autonomi capaci di arginare gli appetiti politici. Così

Continua a leggere

Pubblicato in IlCappio | Commenti disabilitati

L’Alitalia arranca… e Io pago

Ci sono due tipi di matti: quelli che credono di essere Napoleone e quelli che vogliono salvare l’Alitalia. La travagliata compagnia, passata anche attraverso un “misterioso” incidente stradale che nel 1989 è costato la vita al suo presidente Carlo Verri, è sempre stata gestita da pushers che iniettano dosi massicce di sedativi senza il coraggio di intervenire chirurgicamente. Così, una classe politica vorace continua a gestire contratti, distribuire incarichi e consulenze per acquisire consenso, aggravando la situazione del paziente.

Continua a leggere

Pubblicato in IlCappio | Commenti disabilitati

Il feudalesimo è morto, i diritti feudali no !

In Italia, il feudalesimo non è mai morto e, se è morto, sopravvivono ancora i diritti feudali e gli antichi privilegi concessi a pochi con il pretesto di tutelare l’interesse di tutti. Così, per garantire un “adeguato” tenore di vita a notai e titolari di farmacie si tiene in vita la pianta organica, cioè una griglia protettiva che commisura il numero di notai o l’apertura di nuove farmacie alla consistenza della popolazione. Ad ogni farmacia viene, cioè, assegnato un numero di presunti malati, blindando il mercato e trasformando il reddito in rendita.

Continua a leggere

Pubblicato in IlCappio | Commenti disabilitati

Cambiamento ? Ma quando mai ?

Con l’arrivo dei 5 Stelle alla guida del Paese molti hanno creduto in un cambiamento che, invece, si sta risolvendo in una semplice turnazione di uomini nel beneficiare degli stessi privilegi. I nuovi arrivati, infatti, perseguendo la democrazia diretta, avrebbero dovuto smantellare lobbies e corporazioni. Che, dislocate nelle aree in cui maggiore è l’interferenza tra politica, economia e società civile, ostacolano il dialogo tra il vertice e la base. Ma, invece di smantellarle, Continua a leggere

Pubblicato in IlCappio | Commenti disabilitati

Benvenuto Casalino !

Ci voleva la “bufera Casalino” per indurre il Governo a chiedersi «A cosa serve l’Ordine dei giornalisti” ed  a prendere in considerazione l’opportunità di abolirlo. Eppure un Movimento, che dice di mettere gli interessi della collettività al di sopra dei propri, avrebbe dovuto avere come priorità quella di abolire gli ordini professionali soprattutto se persegue, come dice di voler fare,

Continua a leggere

Pubblicato in IlCappio | Commenti disabilitati

Rimettere al centro l’individuo ? Roba da ridere !

Le professioni, sono la metafora di un Paese allergico al mercato, aree protette che vivono e prosperano nei corridoi coperti tra una società sempre più moderna ed uno Stato sempre più inefficiente. Lo Stato, per ottenere l’aggregazione preventiva del consenso, ordina gerarchicamente le categorie affidando loro il monopolio della rappresentanza dei rispettivi settori di attività e parte della sua autorità decisionale ma le tiene sotto tiro con l’arma legislativa.  Chi è

Continua a leggere

Pubblicato in IlCappio | Commenti disabilitati